Mirta Miller

Mirta Miller

 
Bio
Debutta al cinema da bambina. Fra i suoi primi film c'è Tre individui tanto odio (1962) di Tad Danielewski. Trasferitasi in Spagna dalla sua natia Argentina nei tardi anni sessanta, si fa notare come modella per poi tornare alla ribalta sul grande schermo quale musa del genere cinematografico chiamato Destape (sorta di commedia sexy spagnola). Riscossa una certa popolarità grazie al film Una chica casi decente (1971) di Germán Lorente, con Adolfo Celi, frequenta abitualmente i generi della commedia e dell'horror (I diabolici amori di nosferatu - 1972 di Javier Aguirre, Dr. Jekyll y el Hombre Lobo - 1972 e La rebelión de las muertas - 1973 diretti da León Klimovsky), dove riesce ad esibire, oltre ad una prorompente fisicità, anche una discreta preparazione artistica maturata con l'esp...

Biografia completa (wikipedia)

FILMOGRAFIA COMPLETA


In programmazione

Registrati per ricevere consigli su misura per te.



Accesso ACCESSO